2012

Dall'anno scorso è stato chiaro per me: i bambini sono i miei vincitori della stagione velica 2012.

Ho avuto un po' più tempo in estate di restare come ospite presso la sede al Lido di Locarno. Era impressionante come i bambini di età tra 6 a 7 anni hanno fatti la loro prima esperienza di navigazione su gli Optimist. Essi si distinguono per le caratteristiche che sembrano perdersi spesso noi adulti: coraggio, determinazione, rispetto, spirito di squadra, ascoltare, divertirsi.

"Gasherbrum II" vi dice qualcosa? È 8'035 metri alto. Romolo Nottaris, Ticinese, ha 66 anni, è stato uno dei primi di masterizzare le montagne superiore di 8000 metri in stile alpino. Da Romolo era già scritto tanto, ma pochi non sanno che lui ha una passione sconfinata per la vela, in particolare nelle parti difficili del mondo. Romolo è tipica e autentica: mi fa sempre consapevoli del fatto che il suo contributo alla nostra rivista per tutti, ma soprattutto per le giovani generazioni sta pensando.

I miei incontri e discussioni pieno d'emozioni con Romolo mi danno energia e la dedizione, di continuare lo sviluppo di vela per bambini e ragazzi qui nel "Locarnese" anche che i condizioni per le attività (infrastruttura, accesso sul lago, ecc.) non sono favorevole per una zona turistica.

Ciò richiede un ampio sostegno, perché mia moglie ha nel corso di un lavoro professionale indebitamente sottolineato che il futuro dei circoli velici sul Lago Maggiore è più a rischio rispetto a una rotta sicura. I velisti amano di seguire un percorso chiaro.

Nel 2013, continuiamo a concentrarci sulla scuola di vela per bambini, giovani e adulti. Vi presentiamo diverse regate per i giovani ("Coppa Derive YCLO 2013") e avanzati (ad esempio il Campionato Svizzero delle classe "Pirat").

Vorremmo ringraziare a questo punto per il loro sostegno agli sponsor, ai genitori e ai volontari dello YCLO. Senza di loro, non siamo in grado di esercitare il compito più nobile di uno yacht club: formare capacità e carattere dei giovani e accendere in loro l'amore per l'acqua, il vento, la natura e lo spirito d'équipe.

In questo senso vi auguro anche a nome del comitato una stagione 2013 interessante e pieno d'emozioni.

Markus Blaesi, presidente YCLO